The Wine Advocate: Accusa o Difesa per i Vini Bianchi di Eccellenza?

L’11 e il 12 novembre il Consorzio Tutela Vini Collio e Carso organizza il primo summit internazionale dedicato all’enologia in bianco

L’11 e il 12 novembre il Consorzio Tutela Vini Collio e Carso organizza il primo summit internazionale dedicato all’enologia in bianco

Il futuro è in bianco? E’ questo l’interrogativo su cui ci si confronterà l’11 e il 12 novembre a Gorizia, nell’ambito del summit organizzato dal Consorzio Tutela Vini Collio e Carso con il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia. L’evento sarà aperto all’intero mondo del vino, italiano ed estero e, in particolare, a chi ha fatto dell’enologia in bianco la propria bandiera.

Obiettivo? Conoscere meglio le opportunità e i rischi del mercato internazionale chiamando a intervenire chi sta dall’altra parte. I riflettori saranno puntati in particolare sugli Stati Uniti, primo mercato di export per il vino italiano.

L’evento si articolerà in due giorni di dibattiti, seminari, workshop. Momento centrale sarà l’appuntamento di sabato 12 novembre alle ore 15.00 Scenari internazionali: opportunità e minacce per i vini bianchi di eccellenza, che si svolgerà al Palazzo De Bassa, via Alcide De Gasperi 9, e moderato da Lucilla Incorvati, coordinatrice del Rapporto Vino del Sole24Ore. A parlare sarà anzitutto la critica, grazie a “The Wine Advocate”, oracolo del mondo del vino voluto da Robert Parker, certamente uno dei critici più temuti a livello internazionale. A rappresentarlo sarà Antonio Galloni, responsabile delle degustazioni di vini italiani. La scelta non è casuale. Parker ha sempre espresso la propria preferenza per i vini rossi e l’incontro sarà l’occasione per conoscere i perché di questa posizione e, magari, fare cambiare idea. Da Oltreoceano arriveranno però anche esperti di comunicazione come Paul Wagner di Balzac Consulting, che offrirà suggerimenti operativi su come trasmettere l’unicità dell’enologia italiana, che vede nel patrimonio turistico un importante alleato. Infine sarà la volta di Michèle Shah, giornalista ed esperta di marketing del vino nei mercati internazionali, che parlerà delle opportunità per i vini italiani nei mercati emergenti. A chiudere l’incontro sarà l’analisi delle tendenze dei vini bianchi nei mercati internazionali grazie all’intervento di Filip Cayman per Wine Intelligence, società di indagini di mercato specializzata nel mondo del vino.