E. T. A. Hoffmann 1776-1822

Hoffmann

Hoffmann non è certo scrittore di moda

Ai suoi tempi però, senza alcun dubbio, fu scrittore di classica avanguardia.
In linea con lo stile narrativo, ma decisamente proiettato in avanti per i temi racchiusi nei suoi splendidi e suggestivi racconti.

Hoffmann esplorò l’ignoto prima di Edgar Allan Poe, prima di lui scrutò l’abisso oltre lo sguardo, la luce misteriosa che splende solo nel buio, e solo se vuoi davvero vederla.

I suoi racconti, nella forma di una narrativa d’altri tempi che trasporta un antico e magico respiro, parlano di ipnosi, magia, mesmerismo, alchimia, cercando di dare risposte a fatti misteriosi, casi inspiegabili, mondi appena intravisti oltre l’apparente normalità delle cose.

Ecco a voi un Fox Mulder sette-ottocentesco, un investigatore dell’occulto che si nasconde dentro ognuno di noi.

Consiglio la lettura di Hoffmann a chi ama il mistero e la leggenda, la fantasia e l’occulto, a chi desidera approfondire i temi dell’inspiegabile o solamente a chi ama la narrativa d’altri tempi, una narrativa che si sofferma a osservare, che mostra con calma, che non scalpita per stupire e investire il lettore con facili effetti speciali.

Clicca qui per la bibliografia


Show comments

Share your thought