San Colombano Doc, il vino di Milano

Sul Colle di San Colombano in provincia di Milano una delle più piccole zone di produzione Doc d'Italia. A tutela il Consorzio Volontario Vino Doc "San ...

Sul Colle di San Colombano in provincia di Milano una delle più piccole zone di produzione Doc d’Italia. A tutela il Consorzio Volontario Vino Doc “San Colombano”

Esiste un vino di Milano? Ebbene si, a San Colombano, tra la pianura Lodigiana e la bassa Pavese, a circa 40 km dal capoluogo lombardo.

Si tratta di una zona di produzione molto piccola. Circa 111 gli ettari che compongono la Denominazione di Origine Controllata, in realtà molto di meno quelli realmente destinati al San Colombano Doc. Circa 70 i produttori, un buon numero in rapporto alla superficie, cosa che ci fa subito intuire la dimensione media di queste aziende, molte a conduzione famigliare.

Questa piccola e poco conosciuta realtà regala sorprese davvero inaspettate e vini di spessore e di corpo non indifferenti, vini di carattere, indubbiamente da scoprire.
Croatina, Barbera e Uva Rara i vitigni che compongono l’uvaggio del San Colombano Rosso; Chardonnay e Pinot Nero quelli destinati alla produzione del San Colombano Bianco.

Il Rosso di San Colombano è un vino corposo, strutturato, con buona predisposizione all’invecchiamento. Un vino spesso non filtrato per scelta precisa del produttore, che mantiene il carattere di prodotto della terra, frutto di un lavoro davvero faticoso e di un mercato che non facilita le piccole realtà come questa.

Il nome deriva dal frate irlandese del VI secolo che si dice abbia diffuso la coltivazione della vite in questo territorio, mentre la Doc arriva nel 1984. Da allora il Consorzio Volontario Vino Doc “San Colombano” difende, tutela e promuove ogni giorno questo piccolo ed unico vino di Milano.

Show comments

Share your thought