Quattro Amici di David Trueba

Un libro colorato, una storia grottesca e scompigliata. Da un giovane autore spagnolo il racconto rocambolesco e sconclusionato di quattro amici in ...

Un libro colorato, una storia grottesca e scompigliata. Da un giovane autore spagnolo il racconto rocambolesco e sconclusionato di quattro amici in viaggio

David Trueba, classe 1969, nasce come sceneggiatore di film come Two Much e si cimenta nella scrittura narrativa nel 1999 con Aperto tutta la notte.

Quattro amici racconta il viaggio allucinato di un gruppetto di “moderni moschettieri” con lo stile disinvolto del gergo di strada, con l’immediatezza del dialogo giovanile e con la sfrontatezza di chi sa divertirsi con le parole.

La Spagna sembra la patria ideale di prodotti editoriali (e anche cinematografici direi, escludendo il grande Almodovar) che si presentano come piccoli manuali sulla gioia di vivere e sulla spensieratezza. Quattro amici fa parte di questo filone e non nasconde le origini filmiche dell’autore. il libro infatti si “vede”, mostra i propri personaggi e li fa interagire in un palcoscenico colorato e variegato, da teatro itinerante.

Per chi ama una narrativa leggera e “facile”, per chi vuole distrarsi da una giornata di lavoro, per chi preferisce lasciarsi trasportare velocemente senza soffermarsi troppo sui particolari, il romanzo di Trueba calza a pennello.

Show comments

Share your thought