Mastroberardino

Sedimentazione e divulgazione di valori culturali. In queste poche parole si riassume tutta la filosofia di Mastroberardino, cantina d’eccellenza (stavolta per davvero) della regione Campania.
Se generalmente Territorio, Tradizioni e Origini sono vocaboli abusati nel mondo del vino, per Mastroberardino calzano a pennello. Soprattutto le Origini, che non possono non essere legate al Territorio, vengono spesso ricordate anche nelle etichette dei vini prodotti, con immagini dei padri che hanno dato il via all’azienda di Atripalda, in provincia di Avellino.

Radici settecentesche, dieci generazioni alle spalle, l’Irpinia come terreno sul quale crescere e migliorare. Tutto questo concorre a disegnare un’azienda lodevole sotto tanti punti di vista. Primo fra tutti la costanza nella qualità e i prezzi competitivi. Eccellenza non è infatti per noi sinonimo di vini “fuoriclasse” e irraggiungibili, bensì capacità di lavorare sempre bene, di nutrire la vite con la passione vera, quella che mette davanti l’uva e il territorio alle questioni economiche.

Nella splendida Cantina Pinacoteca riposano i vini. Aglianico, Greco di Tufo, Fiano di Avellino, Falanghina e ancora Fiano Passito, Lacryma Christi, Lacrimarosa (Aglianico rosato). Particolare attenzione deve essere dedicata alla Riserva Taurasi 130 Anni, vino di punta che celebra l’anniversario dell’iscrizione dell’azienda alla Camera di Commercio di Avellino nel 1878. Il Taurasi vendemmia 1999 riporta in etichetta i volti dei tre esponenti storici della Mastroberardino: Angelo Mastroberardino, Michele Mastroberardino, Antonio Mastroberardino.

La possibilità di acquistare i vini online dimostra come le tradizioni non siano per forza in contrasto con l’innovazione, ma possano unirsi in una sintesi assolutamente favorevole per il consumatore finale.


Show comments

Share your thought