In Germania Aspettando il Grande Giorno

Nel paese dove il Prosecco è più imitato, il Consorzio del Conegliano Valdobbiadene presenta il nuovo mondo “garantito” in attesa dell’apertura della prima ...

Nel paese dove il Prosecco è più imitato, il Consorzio del Conegliano Valdobbiadene presenta il nuovo mondo “garantito” in attesa dell’apertura della prima bottiglia di Prosecco Superiore, che avverrà l’8 aprile a Vinitaly

E’ il paese dove il Prosecco è più imitato ma è anche la prima nazione di export per le nostre bollicine. E’ la Germania, dove, da domenica a martedì, si terrà ProWein, la più importante fiera annuale del vino dopo Vinitaly.

In questa occasione il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene presenterà a giornalisti e operatori del settore il nuovo “mondo” prosecco e l’identità del “Superiore”, il Conegliano Valdobbiadene Docg. Per il vino di Conegliano Valdobbiadene, la Germania rappresenta il 38% dell’export dello spumante e il 60% di quello del Frizzante.

Un mercato, quindi, di primaria importanza ma dove l’immagine del Conegliano Valdobbiadene era da tempo minacciata da vini di scarsa qualità, spesso nemmeno prodotti in Italia, che portavano l’indicazione Prosecco o imitazioni che ne storpiavano il nome. Grazie alla “Rivoluzione Prosecco”, che ha messo sotto tutela questo prodotto e all’introduzione della Docg Conegliano Valdobbiadene, queste speculazioni hanno ora fine. E se in Italia la rivoluzione del Prosecco ha interessato in particolare i produttori, in Germania riguarderà soprattutto il mondo della distribuzione, che dovrà confrontarsi con una riqualificazione generale di tutto il comparto del Prosecco.

Negli ultimi anni il nostro prodotto poi è stato per la maggior parte rappresentato dalla produzione a Igt, spesso acquistato sfuso nel nostro Paese e poi imbottigliato dagli spumantisti tedeschi. A Prowein il Consorzio di Tutela informerà quindi il mercato rispetto alle novità che presto lo riguarderanno.

Attraverso la Docg Conegliano Valdobbiadene, il consumatore avrà la garanzia di un prodotto certificato e rintracciabile in ogni fase della vita della bottiglia.

Queste importanti novità saranno presentate al mercato dal Consorzio di Tutela presso lo stand di Treviso Glocal – Camera di Commercio di Treviso, e dalle aziende della denominazione, che parteciperanno con il proprio stand. Per ora, però, le novità potranno essere spiegate solo a parole. Per degustare il Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, infatti, bisognerà attende giovedì 8 aprile, quando allo stand del Consorzio di Tutela, presso il Vinitaly( Pad 7 bis i 3 i4), avverrà l’apertura della prima bottiglia della nuova produzione, che darà il via alla commercializzazione. Per un’occasione così speciale sarà scelto un vino altrettanto speciale: una produzione esclusiva realizzata idealmente con le uve di tutti i produttori delle colline Docg di Conegliano Valdobbiadene che, proprio durante la cerimonia in fiera, firmeranno l’etichetta unica.

In attesa di questa data, il Consorzio di Tutela ha dato avvio alla campagna di comunicazione che prevede diverse attività rivolte ai produttori dell’area per condividere un pensiero e all’esterno, per preparare il mercato al cambiamento. In questo senso, ProWein sarà uno degli appuntamenti più importanti. Presso lo stand di Treviso Glocal – Camera di Commercio di Treviso, il Consorzio del Conegliano Valdobbiadene sarà presente assieme agli altri Consorzi dei vini doc della Marca Trevigiana, Colli di Conegliano, Montello e Colli Asolani e Piave.

Per informazioni:
Consorzio per la Tutela del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene
www.prosecco.it - vinoinvilla@prosecco.it
Ufficio Stampa Silvia Baratta info@gheusis.com
Show comments

Share your thought