Rainer Maria Rilke dalle Poesie alla Notte

Questo sarà ora certamente l’angelo
che beve dai miei lineamenti lento
il vino purificato dei volti.
Assetato, chi ti ha chiamato qui?

Proprio tu hai sete. Cui la cateratta
di Dio per tutte le vene irrompe.
Proprio tu hai sete ancora. Abbandònati
alla sete. (E con che forza m’afferri).

Ed io sento, scorrendo, che i tuoi sguardi
erano asciutti, ed il tuo sangue
tanto m’attira che i tuoi cigli, puri,
completamente inondo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*