Il vino del solitario

Lo sguardo singolare d'una donna galante che ci sfiori leggero come pallido raggio che la luna riversa sul lago ...

Lo sguardo singolare d’una donna galante
che ci sfiori leggero come pallido raggio
che la luna riversa sul lago tremolante
quando vuole bagnare la sua bellezza adagio,

i pochi scarsi scudi che il giocatore impiega,
della magra Adelina l’abbraccio sensulae,
le note d’una musica che seduce e che strega,
come il grido dolente che da lontano sale,

tutto questo non vale, o bottiglia profonda,
i profumi struggenti che il tuo ventre fecondo
trasmette al pio poeta, alla sua accesa mente.

Gli versi la speranza, la goiventù, la vita
e l’orgoglio – il tesoro di chi, frusto, mendica –
che ci fa pari a Dei, nella gloria trionfanti.

Show comments

Share your thought