Giornata Mondiale del Libro, 23 aprile 2009

Giovedì 23 aprile. Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore promossa dall'Unesco. Un tributo planetario a questo splendido mezzo di ...

Giovedì 23 aprile. Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore promossa dall’Unesco. Un tributo planetario a questo splendido mezzo di comunicazione

Per un giorno il mondo sarà unito nel celebrare il Libro, strumento di svago e di comunicazione che ha saputo cambiare la storia, influenzare i pensieri, formare e allietare momenti e attimi di solitudine. Un compagno fedele e sempre presente, un consigliere e un fidato confessore.

In un periodo come quello che stiamo vivendo ci chiediamo, anche noi che i libri li amiamo, se non sia il caso di unirci sotto altre bandiere, ben più bisognose di aggregazione e di conforto. Crisi economica, disoccupazione e terra tremano e ci fanno tremare, spingendo i nosti pensieri alla deriva e facendoci provare quel senso di precarietà e di equilibrio instabile che forse nemmeno il più grande degli scrittori può spiegare o cercare di risolvere.

Nonostante tutto ci chiediamo se anche i libri non possano in realtà fare la loro parte in questo scenario, con il loro ruolo educativo e di intrattenimento, due anime apparentemente distanti, ma figlie di una stessa esigenza, quella di autoaiutarci a vivere meglio.

aste on line al ribasso

Il 23 aprile del 1616 morirono William Shakespeare, Miguel de Cervantes Saavedra e “El Inca” Garcilaso de la Vega. L’Unesco ha pertanto deciso di indire questa giornata mondiale nel nome della cultura, del confronto delle idee, del pluralismo, dell’educazione e della comunicazione sociale in nome della Pace.

Può un libro regalare la Pace? Ovviamente no, almeno non da solo. Può concorrere a regalare piccoli singoli momenti di felicità , può aiutare a cresce. Il resto è nelle mani delle persone, dei lettori, dell’uso che fanno della cultura che apprendono, dell’altruismo con il quale decidono di trasmettere il loro piccolo individuale piacere al prossimo.

A Milano nei prossimi giorni, in alcune librerie del centro, sarà possibile fare bookcrossing ovvero lo scambio di libri. Potrete portare un vostro libro vecchio e riceverne uno nuovo in cambio. Una forma primitiva come il baratto tra voi e 45 diverse case editrici, si trasforma così in un simbolo universale di scambio e di condivisione.