Garda Classico Groppello Doc Chinato Azienda Agricola La Guarda

L'unico Groppello Chinato sino ad ora prodotto. Un curioso e piacevole vino aromatizzato prodotto da un vitigno autoctono del Lago di Garda

L’unico Groppello Chinato sino ad ora prodotto. Un curioso e piacevole vino aromatizzato prodotto da un vitigno autoctono del Lago di Garda

Abituati da sempre al ben più noto Barolo Chinato, non possiamo che restare incuriositi da questo prodotto che propone la stessa aromatizzazione del Barolo, partendo però da un’uva molto meno conosciuta e ricercata rispetto al Nebbiolo. Sto infatti parlando del Groppello, vitigno tipico del Lago di Garda, nello specifico della zona della Valtènesi. A lanciarsi in questo esperimento è stata l’Azienda Agricola La Guarda di Castrezzone di Muscoline in provincia di Brescia, realizzando il primo Groppello Chinato in occasione della sessantesima vendemmia del fondatore dell’azienda.

Il Groppello Chinato “Inchino” aggiunge quindi al vino base lo zucchero e l’alcol necessari al processo di aromatizzazione. In questo caso vengono macerate nell’alcol la corteccia di China e la radice di Genziana. Il risultato è un vino da fine pasto, da dessert o anche semplicemente da meditazione, compagno di due chiacchiere tra amici.

L’aromatizzazione dona al vino morbidezza, dolcezza, pur mantenendo una certa acidità che lo fa risultare comunque fresco e gradevole. Il Groppello, vitigno meno nobile del Nebbiolo, passa così in secondo piano, mantenendo in sottofondo le caratteristiche note fruttate e velatamente speziate.

L’unicità del prodotto, al di là del giudizio finale, fa del Groppello Chinato un vino non paragonabile a nessun altro, una rarità che potrebbe raccogliere proseliti tra i consumatori della zona del Lago di Garda, e convincere altre aziende a puntare su questo prodotto, come invece chiudersi in se stesso e rimanere orgoglio e vanto di un singolo produttore.

Senza entrare troppo nel merito di pronostici, sterili previsioni o dissertazioni sulla tipicità o meno del risultato finale, devo dire che il vino, degustato pochi giorni fa in occasione della Fiera del Vino di Puegnago del Garda, risulta molto piacevole al naso e alla bocca, con un bel retrogusto ed una buona persistenza che invitano ad un secondo, e forse anche ad un terzo, assaggio.

Marco Andreani
Show comments

Share your thought