E-book sull’iPhone

Un'applicazione gratuita rende ora possibile la lettura degli E-book presenti su Amazon anche dall'iPhone e non solo dal lettore Kindle...

Un’applicazione gratuita rende ora possibile la lettura degli E-book presenti su Amazon anche dall’iPhone e non solo dal lettore Kindle…

Questa poi!
Non vogliamo fare i tradizionalisti, i bibliofili chiusi nelle proprie idee e poco aperti alle nuove tecnologie. In realtà è l’esatto contrario, da appassionato di web ed elettronica quale invece personalmente sono.

Ciò premesso, il nuovo sviluppo del libro nell’era digitale ci sembra alquanto azzardato, o quanto meno molto scomodo. Per spiegarci meglio facciamo un passo indietro, raccontando come in un precedente articolo avevamo dato la notizia dell’avvento del lettore di E-book di Amazon, Kindle DX, che permette di scaricare interi volumi dal portale, caricarli su questo supporto dal design accattivante e leggerli comodamente senza dover uscire di casa e acquistare un libro… senza però nemmeno sfogliarlo, toccarlo, metterci un segnalibro, sottolinearlo con una matita, annusarlo, farci le orecchie, metterlo in bella vista nella nostra libreria… aggiungerei!

Da oggi un ulteriore passo è stato fatto. Per permettere a chi non può permettersi l’acquisto di un lettore Kindle, ma possiede già un non certo economico iPhone o iPod di ultima generazione, di leggere ugualmente i volumi digitalizzati da Amazon, è stata messa a disposizione un’applicazione gratuita scaricabile dallo Store Apple Online o da iTunes che risolve il problema, se un vero problema c’era!

Ecco che con pochi click e una semplice registrazione potrete leggere “comodamente” tutti i libri che volete… dal vostro telefonino o, meglio ancora, dallo schermo del vostro iPod. Non resta che augurare buona lettura a tutti, magari dopo una corsa, dopo una lunga e stancante telefonata di lavoro, su una bella panchina in un parco, tra un messaggino alla fidanzata e l’altro, senza inutili pesi o oggetti superflui, solo voi un paio di auricolari e un fiume di parole da far “scorrere…”

Chi è ben disposto, ma anche no, sarà certamente riuscito a leggere tra i pixel di questo articolo, anch’esso digitale pertanto, il reale messaggio che vogliamo trasmettere.

Show comments

Share your thought