Due giorni nelle Langhe per Vinum 2015

01/05/2015

Nella tarda mattinata di venerdì primo maggio arriviamo all’Agriturismo Ercolana, Località Tinella, Neviglie (CN). La struttura è aperta da poco e ancora alcune parti esterne sono da terminare, ma il posto è incantevole, le camere molto belle e curate e l’accoglienza esemplare.

I proprietari ci hanno inoltre gentilmente regalato una bottiglia del loro Moscato Rosè Fratelli Beccaris, che mi riprometto di assaggiare quanto prima.

Questo il paesaggio dalla stanza.

In circa 20 minuti di auto, guidando incantati dalle armoniose colline delle Langhe e da un tessuto agricolo dominato da una vigna elegante e ordinata, arriviamo ad Alba, città del vino e del tartufo.

Vinum si estende per tutto il paese, con zone di degustazione suddivise principalmente in Barolo, Barbaresco e Nebbiolo, Barbera, Dolcetto, Roero, Moscato d’Asti.

Nel bicchiere un Barbaresco davvero gustoso, quello di Francone Vini.

Qui rubo un’immagine di alcuni Barolo in degustazione a Chez Gaspar, con la quale farò eventualmente i conti a casa per la violazione dei diritti d’autore :)

Prima della cena a Neive un giro a Barbaresco, dove l’Enoteca Regionale in una chiesa sconsacrata, fa venire voglia di fermarsi

02/05/2015

Sabato mattina partiamo alla volta di Serralunga d’Alba per una visita all’Azienda Agricola Massolino. Il paese è davvero molto bello e vale una visita.

Vista dalla terrazza dell’Azienda Massolino

La giornata si è conclusa con visita e pranzo a La Morra e due passi alla scoperta di Barolo (con acquisto di una bottiglia di Barolo Arione 2010 di Gigi Rosso che tenterò illusoriamente di non bere per almeno i prossimi 10 anni) e, infine, di Monforte d’Alba.

L’Enoteca Regionale di Barolo.

Show comments

Share your thought