Baciami Come uno Sconosciuto di Gene Wilder

La vita di un artista attraverso la sua carriera, i suoi amori e le sue adorabili e umanissime debolezze. Una mente geniale e una sensibilità unica e ...

La vita di un artista attraverso la sua carriera, i suoi amori e le sue adorabili e umanissime debolezze. Una mente geniale e una sensibilità unica e delicata

Gene Wilder si racconta, e lo fa con stile e delicatezza, con un passo solo apparentemente zoppicante, in grado di trasformarsi repentinamente in capriola per rimettersi ogni volta in piedi, proprio come Willy Wonka quando fa il suo originale ingresso in scena nell’omonimo film del 1971.

La scrittura di Wilder è infatti sicura e fluida, emotivamente ricca e al tempo stesso capace di osservarsi come da una distanza che denota maturità e consapevolezza conquistate nel tempo.

Sin dai primi ricordi d’infanzia Jerry Silberman, in arte Gene Wilder, ci porta per mano attraverso le pieghe del cinema e della vita, di quella passione per il palcoscenico che nasce e si sviluppa spontanea, arricchita da un genio non comune. I capitoli intrecciano le vicende personali, il lavoro e gli amori di Wilder con le necessarie sedute dalla propria psicoterapeuta, alla ricerca di spiegazioni, interpretazioni e risposte a domande e dubbi assolutamente normali in una sensibilità spiccata come la sua.

Una carriera davvero ricca di soddisfazioni, dal teatro ai primi ruoli cinematografici, dal sodalizio con Mel Brooks alle scelte più coraggiose e difficili di un attore che sapeva commuovere ma, soprattutto, sapeva far ridere con assoluta semplicità. Pochi altri sono stati capaci di tanto nella storia del cinema, uno di questi era il contemporaneo Peter Sellers, che con Wilder intrattenne un rapporto breve ma di reciproca stima e ammirazione.

Ma la carriera e i successi di Gene Wilder già li conosciamo, quello che ci più ci interessa scoprire sono i dietro alle quinte e, soprattutto, gli amori che hanno saputo rapire il cuore e la mente di un uomo decisamente fuori dal comune. Siamo fortunati, Gene ci parla molto di questi suoi amori, delle donne che hanno saputo aprire delicatamente le porte del suo animo, spesso tormentato ma sempre e comunque saldo, consapevole che la cosa più importante resta sempre e comunque quella di essere onesti verso se stessi.

Il matrimonio con Gilda Radner spicca in mezzo agli altri di Gene, per intensità e durata, per la vicinanza anche nella lotta contro il cancro di lei, per l’amore prolungato oltre la fine e il dolore. Dopo di lei solo un’altra donna è riuscita a occupare un posto accanto a Gene, Karen Webb. Con lei Gene vive ancor oggi nel Connecticut.

La copertina del libro, accanto al titolo recita: la mia ricerca dell’amore e dell’arte. Proprio questa è la vita i Gene Wilder, non solo attore, ma anche scrittore e pittore, con il tuo talento nella tecnica dell’acquerello. In questo senso Gene diventa un modello per tutti noi, una persona che ha deciso di dedicarsi alla ricerca delle uniche cose che per le quali vale davvero la pena lottare. Non esiste successo, potere, denaro, fama, in grado di eguagliare la capacità di riempire un essere umano che hanno l’amore e l’arte, in qualunque forma si presentino a noi.

Non ci resta che andare alla loro ricerca, instancabilmente e con un sorriso sognante sulle labbra, come ancor oggi fa Gene Wilder.

Marco Andreani