Alto Adige Pinot Grigio 2009 St Michael-Eppan

Un Südtirol Alto Adige del 2009 che unisce profumi al naso, sapidità e freschezza in bocca, per accompagnare un pranzo o un aperitivo di una certa ...

Un Südtirol Alto Adige del 2009 che unisce profumi al naso, sapidità e freschezza in bocca, per accompagnare un pranzo o un aperitivo di una certa importanza

Il Pinot Grigio 2009 dell’azienda St Michael-Eppan di Appiano in provincia di Bolzano regala ottime soddisfazioni. I profumi di fiori sono intensi al punto giusto e di una certa finezza, mentre la frutta, a mio avviso, si fa sentire con maggiore timidezza. Anche se forse l’armonia globale non è eccellente si tratta indubbiamente di un bel naso, pulito ed invitante.

Faccio un passo indietro per inquadrare meglio il vino nel suo globale. Si tratta di Pinot Grigio coltivato nei comuni di Appiano e di Caldaro, in provincia di Bolzano. La forma di allevamento è a Guyot, un sistema che prevede l’utilizzo di fili orizzontali tra pali, sul più basso dei quali viene piegato e legato il capo a frutto, mentre gli altri rami si sviluppano da questo in maniera verticale. La vendemmia inizia circa verso la metà di settembre e la fermentazione avviene in acciaio. Alla fine il grado alcolico che raggiunge è di circa 13,5 %, accompagnato da una discreta struttura.

In bocca il Pinot Grigio si esprime al meglio con una spiccata e prolungata sapidità ed una altrettanto decisa acidità, che lo rendono fresco e adatto sia come aperitivo sia abbinato a primi e secondi piatti di pesce. Una volta deglutito persiste ancora a lungo in bocca e la sua piacevolezza invita ad assaggiarne un altro bicchiere.

Mi accorgo in chiusura che non ho parlato del colore, in effetti forse l’aspetto che meno colpisce del vino, anche se comunque si tratta di un giallo non troppo acceso ma delicato e vivo, quasi tendente al verde. Nel complesso un vino da bere, più che da guardare, un Pinot Grigio che certamente non delude.

Marco Andreani